Marche
  • A Staffolo muro della memoria per 381 vittime anni di piombo

A Staffolo muro della memoria per 381 vittime anni di piombo

Inaugurato 18/9 con figlio appuntato Ricci morto in via Fani

(ANSA) - STAFFOLO, 09 SET - Nasce a Staffolo, nelle Marche, il primo "Muro della Memoria", lungo 8 metri e formato da 8 lapidi, che ricorda i nomi delle 381 vittime del terrorismo e delle stragi degli anni di piombo. Ai piedi del muro c'è una installazione in bronzo dedicata alla memoria del carabiniere Domenico Ricci, originario di Staffolo, scorta e autista di Aldo Moro, morto a 44 anni, nella strage di via Fani del 16 marzo del 1978.
    Muro e monumento saranno inaugurati il 18 settembre alle 10, in piazza IV Novembre, da Giovanni Ricci, figlio dell'appuntato, alla presenza di autorità civili e militari. Per il taglio del nastro sarà letto un messaggio del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Per questa iniziativa, il Comune di Staffolo ha coinvolto l'associazione intitolata a Domenico Ricci, e il Liceo artistico Mannucci di Jesi. A realizzare l'installazione sono state infatti tre studentesse, Giulia Salta, Maria Zenobi e Maria Ciuffolotti, sotto il coordinamento di Massimo Ippoliti e su una idea progettuale di un cittadino di Staffolo, Franco Costarelli: dalle rovine di un muro in mattoni nasce una vite, e ai suoi piedi c'è un orologio fisso sulle ore 9:05, il momento della strage di via Fani. "Staffolo sarà il primo paese d'Italia che avrà l'onore e il coraggio di raccontare queste dolorose pagine di storia ai ragazzi - spiega Giovanni Ricci - e lo farà attraverso la tecnologia: alla base del monumento sarà riportato un QR code che, inquadrato con i cellulari, rimanderà alle pagine del libro della Presidenza della Repubblica con la narrazione dei singoli episodi". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie