ANSAcom

ANSAcom

Intesa Sanpaolo: progetto 'Luce' per rilancio Rione Sanità

A Napoli formazione, occupazione, inclusione giovani con l’arte

NAPOLI ANSAcom

"Progetto luce". E' così che Intesa Sanpaolo insieme alle fondazioni del territorio accende i riflettori sui Cristallini, una zona degradata del Rione Sanità di Napoli che può avere un rilancio attraverso la rigenerazione urbana di beni comuni che verranno poi messi a disposizione dei giovani e diventeranno un attrattore. Il progetto è stato presentato oggi a Napoli nella Basilica di San Severo Fuori le Mura, uno degli hub del progetto, finanziato insieme a Fondazione per Il Sud e la coprogettazione della Fondazione di Comunità.

L'iniziativa è di formazione e inclusione sociale per giovani abitanti del Rione Sanità attraverso l’arte, con ricadute positive anche in ottica di opportunità lavorative per i ragazzi e di valorizzazione del patrimonio storico artistico del quartiere stesso.
E' prevista l’attivazione di workshop artistici rivolti a 30 ragazzi dai 16 ai 20 anni negli spazi non dedicati al culto della Chiesa di Santa Maria Maddalena, nel cuore dei "Cristallini", con attività teoriche e laboratori condotti da artisti e testimoni in ambiti come grafica, cinematografia e fotografia. Al termine del percorso formativo i giovani coinvolti affrescheranno con l’aiuto di muralisti di fama internazionale la chiesa e i vicoli più nascosti del Rione. Verranno anche aperti due nuovi infopoint, con lavoro per giovani del quartiere, in altri due gioielli architettonici del quartiere come la Chiesa di Sant’Aspreno ai Crociferi, che sarà aperta 7 giorni su 7 dando ai visitatori l’opportunità di accedere all’atelier dell’artista contemporaneo Jago, alla Basilica di San Severo fuori le Mura, chiesa che ospita da dicembre 2020 l’opera "Il Figlio Velato" nonché le Catacombe di San Severo.

Il progetto "Luce" interviene su importanti asset strutturali del Pnrr, tra cui: il contrasto alle disuguaglianze, l’inserimento lavorativo di giovani in situazione di fragilità, la rigenerazione di beni urbani in contesti marginalizzati, la valorizzazione del contributo del Terzo Settore alla società e lo sviluppo del Mezzogiorno. L’iniziativa si inserisce inoltre nel solco di quanto la Fondazione di Comunità San Gennaro e la Cooperativa La Paranza a realizzano da anni nel Rione Sanità.

In collaborazione con:
Intesa Sanpaolo

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie