• Giani: "Zona gialla probabilmente da lunedì ci sarà" in Toscana

Giani: "Zona gialla probabilmente da lunedì ci sarà" in Toscana

Governatore confida in Rt sotto 1. I medici, ospedali sotto pressione

(ANSA) - FIRENZE, 22 APR - Il calo complessivo dei contagi nella settimana (ma non gli ultimi due giorni) e l'indice Rt sembrano incoraggiare il governatore Eugenio Giani a sperare in una Toscana 'zona gialla' Covid da lunedì prossimo. In Toscana, ha riferito Giani, "l'Rt oggi risulta essere di 0,82-0,86, rispetto alla soglia 1 della zona arancione" e "siamo abbondantemente sotto i 200 casi su 100mila abitanti. E' un fatto progressivo da 15 giorni a questa parte, da quando eravamo ancora in zona rossa" per cui "i due principali indicatori ci vedono in Toscana in netto calo", e dunque "la zona gialla probabilmente da lunedì ci sarà". Condizione che potrebbe maggiori libertà di movimento e minori restrizioni. Anche Dario Nardella lo spera. Ma dall'osservatorio Gimbe si rileva pure che le terapie intensive negli ospedali toscani sono occupate al 43% dei posti (sopra il 30% di soglia sostenibile) e che solo il 7,4% della popolazione residente ha completato la vaccinazione, con la seconda dose. Dati avversi all'auspicio di zona gialla, cui si aggiungono segnalazioni analoghe da più fronti. L'Ordine dei medici di Firenze ribadisce prudenza nelle riaperture e si appella a comportamenti responsabili. "Serve massima responsabilità in tutta la cittadinanza - afferma il presidente Pietro Dattolo -. Siamo molto preoccupati, il numero di malati resta alto e i reparti sono ancora sotto pressione. Circa 7 toscani su 10 sono a rischio Covid, solo una bassa percentuale di 70enni ha ricevuto la doppia dose". Da Pistoia i medici dell'ospedale parlano "di seconda ondata che non è finita", in corso dall'1 settembre. E sempre oggi il direttore generale della Asl Toscana Centro Paolo Morello Marchese ha detto che "abbiamo superato la fase di acme, la curva sta decelerando e va raffreddandosi, ma siamo nel primo momento di riduzione" e "non bisogna pensare di essere nella situazione dello scorso agosto", "i decessi continueranno a esserci, si stanno occupando letti ma le terapie intensive purtroppo sono occupate, e un paziente su quattro purtroppo non ce la fa". Nelle ultime 24 ore in Toscana ci sono stati 33 morti di cui a Firenze 15. Il capoluogo e la sua provincia hanno raggiunto un totale di 1.905 vittime.
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie